Amministrazione trasparente
PON-(FSE-FESR)

Informazioni generali


Concorsi e Borse di studio


Genitori e studenti


Servizi on-line


Valid CSS! Valid HTML Feed RSS

Utenti nel sito: 2566
Fine colonna 1
 

Le attività curricolari ed extracurricolari

ATTIVITA’ per il SUCCESSO SCOLASTICO
Gli interventi integrativi comprendono tutte quelle attività di supporto e di rinforzo che concorrono con l’attività curricolare al raggiungimento degli obiettivi prefissati in termini di acquisizione, consolidamento e potenziamento di conoscenze, competenze e capacità. 
               
5.1) I.D.E.I. : attività di recupero e sostegno, integrazione, approfondimento ed eccellenza
 
            1 - INTERVENTI DI SOSTEGNO
Gli alunni che presentano insufficienze in una o più discipline, rilevate nel corso delle valutazioni del I e II quadrimestre, sono avviati dalla Scuola ad un percorso di recupero, al fine di colmare le carenze formative entro il termine dell’anno scolastico, il 31 agosto o, comunque, entro l’inizio delle lezioni dell’a.s. successivo, pena la non ammissione alla classe successiva.
Pertanto, il Collegio dei Docenti dell’Istituto ha deliberato i criteri generali per l’organizzazione didattico-metodologica dell’attività di recupero dei debiti formativi e degli interventi di sostegno per il conseguimento del successo scolastico, nel modo di seguito articolato.
L’ammissione alla classe successiva è subordinata al raggiungimento degli obiettivi minimi, fissati nella programmazione didattica, necessari per affrontare il successivo anno scolastico.
 
Premesso che l’impegno assiduo e sistematico nello studio, a scuola ed a casa, l’interesse e la partecipazione attiva alla vita scolastica, profusi da ogni singolo studente, sono atteggiamenti che favoriscono il conseguimento del successo scolastico,  la Scuola organizza, per gli studenti che presentano carenze formative, anche lievi, ma tali da pregiudicare il successo scolastico, INTERVENTI DI SOSTEGNO durante tutto l’anno scolastico. Tali interventi verranno attivati su richiesta dei docenti o degli studenti, per un numero di ore compatibile con le esigenze espresse e le risorse finanziarie disponibili.
I corsi di recupero integrano l’attività didattica sulla base delle indicazioni offerte dai singoli consigli di classe. Il corso di recupero può rivolgersi a studenti anche di classe parallele.
 
2 - CORSI DI RECUPERO
 
Per gli studenti che riportano insufficienze in una o più discipline, dopo la valutazione intermedia (I° Quadrimestre) ed in quella dello scrutinio finale (II° Quadrimestre), la scuola organizza corsi di recupero.
Prima fase: riguarda l’arco temporale del II Quadrimestre e si articola nel modo seguente:
  • Destinatari: studenti con valutazioni insufficienti in una o più discipline, con carenze relative agli obiettivi minimi delle discipline interessate;
  • Periodo svolgimento: tra febbraio e marzo, in orario extrascolastico;
  • Svolgimento verifiche: fine marzo, compatibilmente con altri impegni scolastici, nelle ultime ore del corso, laddove attivato;
  • Forme di verifiche documentabili: stabilite dai Dipartimenti Disciplinari e dai Consigli di Classe, ovvero scritte e/o orali;
  • Valutazione: Docenti del Consiglio di Classe;
  • Ambito di attuazione dei corsi: in relazione alla consistenza numerica degli studenti che presentano carenze, nelle discipline d’indirizzo, nelle discipline con prove scritte;
  • Durata di ogni corso: consistenza oraria commisurata al numero degli studenti coinvolti ed ai loro relativi fabbisogni, oltreché alla gravità delle carenze formative e alla consistenza delle risorse disponibili;
  • Composizione gruppi studenti: omogenei per tipologia di carenze formative all’interno delle stesse discipline, per classi parallele all’interno dello stesso indirizzo;
  • Modello Didattico: per moduli disciplinari, articolazione di moduli trasversali all’interno dei singoli indirizzi;
  • Assegnazione docenti ai gruppi di studenti: nell’ordine, ai Docenti della classe, ai docenti della classe col gruppo più numeroso, ai docenti della scuola se disponibili, a docenti esterni.
 
Seconda fase: riguarda il periodo successivo agli scrutini finali ed è organizzata come segue:
  • Destinatari: studenti con giudizio di sospensione per insufficienze in una o alcune discipline in cui le carenze sono tali da poter essere recuperate con corsi organizzati dalla scuola, o autonomamente dallo studente;
  • Periodo svolgimento: dal 23 giugno al 5 luglio circa; nel successivo periodo estivo saranno assegnati compiti agli studenti per rinforzare la preparazione in funzione della verifica per il superamento del debito;
  • Svolgimento verifiche: entro i primi giorni di settembre;
  • Forme di verifiche documentabili: stabilite dai Dipartimenti disciplinari e dai Consigli di Classe, ovvero scritte e/o orali;
  • Valutazione e svolgimento scrutini: a seguito delle verifiche, nei primi giorni di settembre, con il medesimo Consiglio di Classe che ha effettuato la valutazione;
  • Ambito di attuazione dei corsi: in relazione alla consistenza numerica degli studenti che presentano carenze, nelle discipline d’indirizzo, nelle discipline con prove scritte;
  • Durata di ogni corso: consistenza oraria commisurata al numero degli studenti coinvolti ed ai loro relativi fabbisogni, oltreché alla gravità delle carenze formative, e alla consistenza delle risorse disponibili;
  • N° studenti per corso: compatibilmente con le risorse disponibili, da un minimo di 8 ad un massimo di 12 ( gruppi di studenti in n° inferiore ad 8 saranno affidati ad 1 o 2 docenti individuati dal Dipartimento Disciplinare per attività di Sportello-help);
  • Composizione gruppi studenti: omogenei per tipologia di carenze formative all’interno delle stesse discipline, per classi parallele, all’interno dello stesso Liceo;
  • Modello Didattico: per moduli disciplinari, articolazione di moduli trasversali all’interno dei singoli Licei;
  • Assegnazione docenti ai gruppi di studenti: nell’ordine, ai Docenti della classe, ai Docenti della classe col gruppo più numeroso, ai Docenti della scuola se disponibili, a Docenti esterni.
 
3 - INFORMAZIONE ALLE FAMIGLIE
  • Dopo gli scrutini del I° quadrimestre, le famiglie degli studenti che presentano carenze formative verranno informate sul calendario dettagliato dei corsi, sulle discipline in cui gli allievi risultano insufficienti, sulle modalità del recupero.
  • Al termine di ogni intervento di sostegno e di recupero alle famiglie verrà comunicato l’esito delle relative verifiche, certificando il grado delle competenze acquisite dagli allievi.
  • Dopo gli scrutini del II quadrimestre, alle famiglie degli allievi con sospensione del giudizio verrà comunicato il calendario dettagliato dell’attività di recupero, quello delle verifiche e la data dello scrutinio finale. 
 
   Gli studenti possono avvalersi della facoltà di aderire o meno ai corsi organizzati dalla scuola; i genitori hanno l’obbligo di compilare e restituire il modulo predisposto al Docente coordinatore di classe, tramite i propri figli, in cui esplicitano l’adesione ai corsi tenuti dalla scuola, ovvero la decisione di provvedere autonomamente al recupero delle carenze formative dei propri figli.
 Gli studenti hanno l’obbligo di sottoporsi alla verifica del lavoro, anche se svolto in forma autonoma, ed alle verifiche intermedie e finali.
 
4 – ATTIVITA’DI INTEGRAZIONE E POTENZIAMENTO
·    seminari di approfondimento disciplinari;
·    gruppi di lavoro di eccellenza su tutte le discipline curricolari;
·    sportello: assistenza e consulenza personalizzata e individualizzata sul metodo di studio e sui contenuti disciplinari, offerte dai docenti in spazi e tempi concordati.
 
5.2) Progetti di accoglienza e ri-orientamento per studenti delle classi prime
 1) Il progetto di accoglienza per gli studenti delle prime classi prevede, nella fase iniziale, varie attività di orientamento guidato e attività di socializzazione, per consentire agli studenti di inserirsi nella nuova realtà scolastica gradualmente, prendendo coscienza delle opportunità offerte dal nuovo ambiente (spazi, attività, laboratori, ecc.) e delle regole comuni (Regolamento di Istituto).
2) La fase di ri-orientamento sarà contrassegnata da test di ingresso e prove di verifica periodiche per individuare, nel corso del primo quadrimestre e nella fase iniziale del secondo, le potenzialità degli alunni, al fine di eventuali passaggi ad altri indirizzi di studio (“passerelle”) e comunque favorire in ogni caso il successo scolastico come obiettivo primario da raggiungere.
5.3) Orientamento scolastico e post-diploma per gli studenti del 4° e 5° anno
 In accordo con Agenzie formative del territorio e con alcune Università della Regione, la scuola affronta il tema delle scelte post-diploma con le seguenti iniziative (attivate su richiesta degli studenti):
ؠؠ      4) Servizio C.I.C. : Centro Informazioni e Consulenza                                        ORARI
Collaborano, con i docenti coordinatori del centro, tirocinanti laureati della facoltà di Psicologia di Cesena, che in orari prefissati svolgono attività di consulenza con gli studenti sul tema “star bene a scuola, star bene con se stessi”. Sulla base dei bisogni manifestati, i centro interviene contattando operatori interni ed esterni, realizzando seminari di approfondimento per classi o gruppi di studenti su tematiche legate ai problemi del mondo giovanile.
5.5) Gruppo di lavoro per l’inclusione        
Opera in riferimento alla L. 104/92, alla Direttiva Ministeriale 27 dicembre 2012 e alla C.M. n.8 del 6 marzo 2013, per progettare, realizzare e valutare interventi finalizzati all’inclusione degli studenti con particolari bisogni educativi e didattici (per informazioni sulle possibili tipologie di intervento v. Allegati AREA DEI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI e PROGETTI PER L’INTEGRAZIONE).
 5.6) Certificazioni internazionali:si tratta di certificazioni esterne, acquisibili da tutti gli studenti dell’Istituto, valutate nel triennio come credito formativo e riconosciute dalle Università, dagli enti e ditte pubbliche e private.
·         Lingua Inglese: vengono organizzati corsi di preparazione agli esami PET – equivalente al livello B1 del “Quadro comune di riferimento delle lingue europee” – nelle sessioni di dicembre e marzo e agli esami First Certificate (B2) e CAE-Advanced English (C1) nella sessione di dicembre (in collaborazione con la Cambridge University). I livelli First Certificate e i successivi facilitano l’accesso alle Università inglesi.
·         Lingua Francese: il progetto “Il DELF al Classico” prevede interventi curricolari propedeutici al conseguimento dei diplomi B1 e B2 contemplati nel “Quadro Comune di Riferimento delle lingue europee”.
·         Lingua Spagnola: il progetto DELE, rivolto in particolare agli studenti del IV e V anno del Liceo Linguistico, prevede corsi di approfondimento extracurricolari in preparazione agli esami di certificazione promossi dall’Istituto Cervantes (Diploma Inicial, Diploma Basico).
·         Lingua Tedesca: il progetto Fit in Deutsch 2 al Classico prevede corsi di approfondimento extracurricolari in preparazione agli esami di certificazione internazionale promossi dall’Ente Certificatore Goethe Institut (Niveau A2).
       Su richiesta degli alunni e compatibilmente con i fondi assegnati, possono essere organizzati corsi di lingua straniera per gli alunni dei Licei Classico e Scienze Umane, per i quali non è previsto lo studio di una seconda lingua comunitaria.
5.7) Altre attività
·    viaggi di istruzione (comprese eventuali “settimane verdi”), visite guidate, soggiorni studio all’estero (vedasi Allegato REGOLAMENTO);
·    scambi culturali con l’estero e programmi europei per l’istruzione; (SOGGIORNI E SCAMBI)
·    corsi di approfondimento di lingua straniera con possibilità di certificazione internazionale; 
·    progetti di Educazione alla LEGALITA’: rivolti alle classi prime dell’intero Istituto, si prefiggono di rendere gli alunni consapevoli dei valori etici tutelati dall’ordinamento giuridico, con particolare riguardo agli interessi protetti dalle leggi penali;
·    progetto di Educazione ECONOMICA e FINANZIARIA: promosso dalla Banca d’Italia, è destinato agli alunni del LES e mira ad avvicinare i ragazzi di oggi, consumatori di domani, ai temi finanziari, prima che giunga il momento della vita in cui verranno effettuate importanti scelte economico-finanziarie;
·    corsi di approfondimento artistico, musicale, scientifico-matematico, linguistico-moderno;
·    partecipazione a spettacoli teatrali e cinematografici;
·    stage formativi estivi (ALTERNANZAscuola-lavoro): progetti di collaborazione con aziende ed enti del territorio per studenti del 4° anno. Le modalità di accesso sono stabilite dal Consiglio di Istituto;
·    PROGETTI DI ALTERNANZA inseriti nel curriculum scolastico:
          Nel Liceo Scienze Umane sono finalizzati alla conoscenza delle istituzioni educative per l’infanzia: le classi quarte svolgono lo stage presso le Scuole dell’Infanzia, le classi quinte svolgono lo stage presso le Scuole primarie.
          Nel Liceo Economico Sociale sono finalizzati alla conoscenza degli enti e servizi in ambito socio-culturale: le classi quinte svolgono lo stage nelle sedi giornalistiche e presso Enti locali, in sedi sindacali, in Centri di servizi del territorio (Tribunale, Camera di Commercio).
          Nel Liceo Classico sono finalizzati alla conoscenza delle attività in ambito archeologico, tramite la collaborazione con il museo di Galeata.
         
 5.8) Progetti speciali
·    patrocinio seminari scientifico-culturali (conferenze, convegni, incontri, ecc.) 
·    CONCORSI nazionali di:
-     lingua e letteratura latina e greca 
-     poesia, narrativa e teatro 
-     lingue straniere 
-     olimpiadi della matematica 
-     giochi della chimica 
-     altri concorsi                                                                                  
·      giochi sportivi studenteschi 
·      partecipazione al gruppo di lavoro costituito presso l’Ufficio Scolastico Territoriale agli studi sul tema delle “pari opportunità” 
·      progetti in rete con altre istituzioni scolastiche 
·      progetti di “Mobilità studentesca internazionale” e relativo tutoraggio degli studenti accolti presso il Liceo e dei nostri studenti accolti in scuole straniere. E’offerta a tutte le classi la possibilità di inviare e ospitare studenti borsisti in altri Paesi, per periodi dai 2 ai 12 mesi, attraverso associazioni internazionali che si occupano di scambi di classe e di singoli studenti con Istituti scolastici di varie Nazioni. Questi progetti rappresentano una risorsa per la flessibilità didattica e curricolare allo scopo di migliorare l’integrazione sociale e culturale.
·      La scuola sostiene con le proprie strutture i progetti presentati dagli alunni (tornei sportivi, incontri di approfondimento culturale ed esistenziale), che abbiano le caratteristiche previste dalla norma e dal C. d’Istituto, in particolare:
     - almeno 20 alunni dell’Istituto firmatari della proposta
- disponibilità di un docente interno a seguire l’iniziativa
- parere favorevole del Comitato Base degli studenti
Ognuna delle attività sopraindicate è da ritenersi curricolare se inserita nel contesto della programmazione didattico-educativa del Consiglio di Classe.
Le attività extracurricolari organizzate dal Liceo sono aperte anche ad utenti adulti esterni.
 
           Ogni anno il Collegio approva i relativi progetti specifici di attuazione nel Piano delle Attività Annuali (v. area specifica).
 
 
PERCORSO FORMATIVO DI ALTERNANZA SCUOLA – LAVORO per le CLASSI V
 
1. LA CONNOTAZIONE
Lalternanza può essere intesa sia come ricerca metodologica centrata su un approccio di realtà (didattica laboratoriale), sia come strumento e luogo di integrazione per realizzare un organico collegamento tra scuola, mondo del lavoro e società. Lattività formativa che la caratterizza implica lacquisizione di competenze, conoscenze e abilità valutabili allinterno del curricolo attraverso lesperienza nel contesto lavorativo. Il confronto tra modalità comunicative e metodologie formative di tipo diverso ( aula/laboratorio- luogo di lavoro) concorre a connotare lalternanza come processo di integrazione di saperi, risorse ed esperienze. Tale processo consente la personalizzazione dei percorsi di apprendimento (centralità dello studente per favorire lo sviluppo delle potenzialità e delle attitudini individuali) e lo sviluppo di competenze spendibili e orientative-professionalizzanti con effetti positivi sulla motivazione ad apprendere.
 
La progettazione di un percorso in alternanza nel contesto liceale si caratterizza per la valenza orientativa formativa che consente allo studente di acquisire conoscenze, abilità e competenze adeguate al proseguimento degli studi di ordine superiore, allinserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro, sia coerente con le capacità e le scelte personali.( Art. 2 Regolamento Licei ). In tale ottica, l' idea che funge da filo conduttore( leva progettuale ) nella definizione del percorso progettuale è quella di motivare e coinvolgere, sia culturalmente che professionalmente, studenti, consiglio di classe e partenariato.
 
2. FINALITA’
  • conoscenza di contesti lavorativi coerenti con il curricolo di studi;
  • conoscenza delle risorse del territorio;
  • attivazione delle risorse cognitive, comunicative e relazionali degli alunni;
  • sperimentare e mettere alla prova, in una situazione protetta, le proprie attitudini;
  • verificare le proprie conoscenze, scoprire interessi.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
5.9) SCAMBI E SOGGIORNI ALL’ESTERO
 
SCAMBI CON LICEI STRANIERI
Gli scambi sono riservati prioritariamente alle classi del secondo biennio e del quinto anno del Liceo Linguistico, in cui si configurano come progetti che completano il curricolo. Tutti i docenti del Consiglio di Classe collaborano, ciascuno nel proprio ambito di competenze, per assicurare la realizzazione e conseguire le finalità programmate, adeguando alla situazione anche l’attività didattica (verifiche orali e scritte) per tutta la durata dell’esperienza.
 
SOGGIORNI - STUDIO ALL’ESTERO
Su proposta dei Consigli di Classe, i soggiorni – studio all’estero possono sostituire gli scambi e le visite d’istruzione qualora coinvolgano un’intera classe o almeno il 60% degli alunni, inserendosi così nella programmazione didattico-educativa e divenendo, a tutti gli effetti, attività curricolari. A tal scopo i Consigli di Classe presentano il progetto indicando le classi interessate, il numero degli alunni coinvolti e i termini della realizzazione.
I soggiorni - studio all’estero promuovono esperienze di approfondimento linguistico-culturale nei paesi di cui gli alunni studiano le lingue. Sono organizzati per singole classi o classi parallele, in forma di corsi intensivi di almeno una settimana, da Università o Centri linguistici stranieri ai quali i docenti italiani, coordinatori del progetto, comunicano preventivamente esigenze e competenze degli studenti. Gli allievi saranno ospitati presso famiglie e costantemente seguiti dai loro insegnanti nella località di soggiorno.
N.B. Nel Liceo Linguistico il soggiorno o lo scambio all’estero risulta parte centrale e fondamentale dell’esperienza formativa e scolastica e pertanto ha la precedenza rispetto ai viaggi di istruzione.
 
Attività programmate nell’A.S. 2014-2015:
Soggiorno linguistico-culturale a Vichy (Francia) della durata di una settimana (sett./ott.), destinato alle classi terze del Liceo Linguistico (2a lingua) e alle quinte del Linguistico (3a lingua).
Soggiorno linguistico-culturale in Gran Bretagna (Colchester / Bournemouth)
Soggiorno linguistico-culturale in Spagna, destinato alle classi del triennio del Liceo Linguistico
Scambio linguistico-culturale in Spagna, destinato alle classi del Liceo Linguistico.
Soggiorno linguistico-culturale in Germania, destinato alle classi del Liceo Linguistico.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
5.10) PIANO delle ATTIVITA’ ANNUALI
 
In accordo con il Consiglio di Istituto, il Collegio dei Docenti ha individuato le seguenti aree come prioritarie e particolarmente significative per la realizzazione di un’identità progettuale condivisa e idonea alla fisionomia dell’Istituto:
AMBITO ISTITUZIONALE:
  • POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE DEI DIVERSI PERCORSI LICEALI
  • AREA DEL  RECUPERO, DEL POTENZIAMENTO E DELLA VALORIZZAZIONE DELLE ECCELLENZE
  • FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA
 
AMBITO TERRITORIALE:
  • AREA DI EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA ATTIVA E  ALLA SOLIDARIETA’
  • SVILUPPO DELLA CULTURA SCIENTIFICA
  • RAPPORTI COL TERRITORIO: IMPRESE, UNIVERSITA’
 
Per l’A.S. 2014-2015 il Collegio dei Docenti ha approvato i seguenti progetti:
- A) CARATTERIZZANTI LA FISIONOMIA DEGLI INDIRIZZI e DI COLLABORAZIONE CON LE ISTITUZIONI
1.      Progetto Biblioteca: finalizzato a rendere la Biblioteca dell’Istituto “Centro della Ricerca Didattica ed Educativa”, si configura come prosecuzione del lavoro iniziato negli scorsi A.S.; si propone in particolare di realizzare uno spazio educativo alla lettura e alla ricerca e un centro di documentazione e innovazione didattica. Il progetto comprende l’ apertura settimanale al pubblico negli orari (mattutino e pomeridiano) annualmente indicati, per la consultazione e il prestito, nonché la realizzazione di eventi culturali compresi nel progetto “Incontri al Classico”. 
      Il Liceo aderisce all’ “Open day delle Biblioteche” del Polo romagnolo.
2.      Progetti di stage formativi: sono rivolti alle classi quarte e quinte del triennio del Liceo delle Scienze Umane e alle classi quinte del Liceo Economico – Sociale.
Gli stage del LSU sono finalizzati alla conoscenza delle istituzioni educative per l’infanzia.
Gli stage del LES sono finalizzati alla conoscenza degli enti e servizi in ambito socio-culturale.
Le classi quarte del Liceo delle Scienze Umane svolgono lo stage presso le Scuole dell’Infanzia.
           Le classi quinte del Liceo delle Scienze Umane svolgono lo stage presso le Scuole primarie.
           Le classi quinte del Liceo Economico-Sociale svolgono lo stage nelle sedi giornalistiche
e televisive locali, in sedi sindacali, in Centri di servizi del territorio.
3.      Progetto “Incontri al Classico”: raccoglie iniziative di promozione culturale, quali:
-   conferenze su temi collegati alla cultura classica e scientifica
- presentazione di eventi cittadini o regionali (mostre / libri / spettacoli) aperta al pubblico.
Per l’attuale A.S. è previsto il
Concorso di traduzione “Tebaldo Fabbri” (11a edizione): realizzato con i contributi della Fondazione Cassa dei Risparmi e dell’Associazione “A.Balducci” di Forlì e aperto agli allievi dei Licei Classici e Scientifici della regione, prevede una prova di traduzione dal latinosvolta presso il Liceo; i premi ai migliori elaborati, selezionati da una Commissione esterna, sono consegnati da autorità cittadine nel corso di una giornata di studi sulla formazione liceale, organizzata dall’Istituto in collaborazione con docenti universitari e con l’Associazione “Francesco Barone”.
4.      Progetti di partecipazione a concorsi:   
       “Concorso 25 Aprile”
“Concorso Pari Opportunità”
“Premio Bancarella”
“Latinus Ludus” di Mondaino
“Concorso di traduzione dal latino” della Rubiconia Accademia dei Filopatridi
“Agone Placidiano” del Liceo Classico “D.Alighieri” di Ravenna
“Agon Gobetti” del Liceo Classico “P. Gobetti” di Fondi (LA)
“Agone Parmenideo”, “Certamen Velinum”, “Mythos festival” (Vallo della Lucania)
            “Concorso di teatro” a S.Lazzaro di Savena
“Concorso scolastico europeo” promosso dal Movimento per la vita
Concorsi promossi dall’Alliance Française a livello europeo, quali:
 Visions d’Europe, Plume d’or e altri.
Concorso  “Juvenes Translatores”: concorso di traduzione su lingue a scelta, bandito dalla
      Commissione Europea e rivolto agli alunni delle classi quarte.
-“Olimpiadi della Matematica”
-“Giochi della Chimica”
5.      Progetto “Certificazioni internazionali”: si articola in incontri per la simulazione delle prove d’esame di:- Lingua Tedesca
    - Lingua Spagnola
    - Lingua Inglese
    - Lingua Francese
6.      Campionati studenteschi, a cui partecipano alunni di diverse classi di tutti gli Indirizzi
7.      Progetto “Festa dello sport”: prevede la partecipazione dell’Istituto all’annuale celebrazione.
8.      Giornata della Memoria, in concomitanza con le commemorazioni nazionali dell’Olocausto, comprende diverse iniziative concordate con le classi e le istituzioni.
9.      Educazione alla cittadinanza Europea, realizzatoin collaborazione con il “Punto Europa” del Polo Scientifico-didattico di Forlì.
10. Progetto “Cittadinanza attiva”: in collaborazione con docenti universitari, propone agli studenti lezioni di approfondimento su economia, politica e diritto; è prevista anche la partecipazione a iniziative quali “Marcia della Pace”, “Giornata nazionale contro la mafia”, volontariato presso le strutture della Caritas, collaborazione con l’AVIS (per le classi quinte).
Sono previste attività con Emergency, Mani Tese e associazioni di volontariato del territorio.
 
- RISPONDENTI A DIRETTIVE MINISTERIALI
11. Corsi di aggiornamento D.Leg. n.81 del 09-04-2008
12. Attività di valutazione dell’apprendimento scolastico
 
- DI SUPPORTO ALL’INCLUSIONE DEGLI STUDENTI CON DISABILITA’
I seguenti progetti sono descritti nella sezione INFORMAZIONI SULL’INTEGRAZIONE DEGLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI E CON PARTICOLARI BISOGNI EDUCATIVI E DIDATTICI.
13. Progetto “Psicomotricità” funzionale
14. Progetto “A scuola in armonia”
15. Progetto “Un tutor per amico”
16. Progetto “Piscina”
17. Progetto “Istruzione domiciliare”
 
-       B) PROGETTI DI ARRICCHIMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA
 
DIPARTIMENTO MATEMATICO-SCIENTIFICO
18. Corsi ed esami per il conseguimento della ECDL (Patente Europea di guida del computer): è rivolto ad allievi, selezionati fra tutti gli Indirizzi, che ne facciano richiesta.
19. Progetto “The future of science”: in collaborazione con il Rotary Club, prevede la partecipazione di alcuni studenti all’omonimo Convegno Internazionale, nell’ambito della valorizzazione delle eccellenze.
20. Progetto “Matematica senza frontiere”
21. “Giornata del pi greco” si svolge il 14 marzo con diverse iniziative per tutti i Licei
22. Corso di preparazione ai test universitari, tenuto in orario pomeridiano.
 
DIPARTIMENTO UMANISTICO
23. Progetto “La tragedia greca a Siracusa” rivolto in particolare agli studenti del triennio del Liceo Classico, prevede un breve soggiorno per assistere alle rappresentazioni classiche nel mese di maggio.
24. Progetto “Il viaggio dell’archeologia, un’esperienza nel territorio forlivese” in collaborazione con le istituzioni museali di Galeata.
25. Progetto “Einaudi- Scrittori nella scuola”: presenterà agli studenti opere e autori contemporanei.
26. Progetto “Il quotidiano in classe”: aperto alle classi di tutti gli Indirizzi, educa alla lettura critica del quotidiano, anche attraverso l’esame comparato di testate diverse.
 
EDUCAZIONE FISICA e A CORRETTI STILI DI VITA
27. Progetto “Tennis”
28. Progetto “Fitness”
29. Progetto “Olimpiadi della danza”: prevede uno stage settimanale pomeridiano.
30. Progetto “Educazione alla salute”: rivolto in ore curricolari a varie classi di tutti i Licei, prevede interventi con esperti dell’USL su diversi argomenti.
31. Progetto “Salute e territorio”
 
Dipartimento linguistico
32. Premio della Gioventù – Jugendpreis 2015
33. Campionato nazionale delle Lingue 2014-2015, proposto dall’Università di Urbino.
 
ARTE – MUSICA – TEATRO - CINEMA
34. Progetto “ATRIUM” (Architecture of Totalitarian Regimes In Urban Managements):in atto da alcuni anni, prevede, oltre ad approfondimenti sulle architetture razionaliste di epoca fascista, anche un gemellaggio col Liceo bilingue “28 Novembre” di Scutari, che produrrà una ricerca sugli edifici razionalisti delle rispettive città da parte di due classi parallele dei due Licei.
35. Progetto “Poesia e musica contemporanea”: rivoltoa tutti gli studentie alle loro famigliein orario pomeridiano, presenta cantautori e musicisti indipendenti.
 
ALTRE PROPOSTE EDUCATIVE
36. Progetto “Educazione alla legalità. Pillole di diritto penale”: raccoglie iniziativedi formazione e approfondimento per tutti gli studenti, con il supporto degli insegnanti di Diritto della scuola.
 
5.11)                              PROGETTI DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE
In ogni classe di tutti i Licei, la programmazione didattica include e favorisce i progetti che sostengono l’educazione ai corretti stili di vita e alla cura di sé. Le iniziative sono valutate e inserite dai singoli Consigli di Classe in modo che, nel corso del quinquennio, possano essere proposti a tutti gli studenti diverse tematiche importanti per la loro crescita personale.
 
1)      (IM)PARI A SCUOLA, per le classi quarte: progetti di PEER EDUCATION relativi a nutrizione, tabagismo, prevenzione delle tossicodipendenze e comportamenti devianti
2)      “IL VALICO” per le classi quinte (in collaborazione con strutture penitenziarie)
3)      “Scuole libere dal fumo”
4)      PREVESCUO’: stili di vita e prevenzione oncologica
5)      Prevenzione Andrologica, per le classi seconde
6)      Visite guidate al Consultorio Giovani, per le classi seconde
7)      Visite guidate al S.E.R.T.
8)       “Parole stupefacenti”
9)      Visite guidate alla Psichiatria (presso le strutture ASL)
10) “Un palcoscenico per tutti”
L’Istituto partecipa annualmente anche alle iniziative della “Settimana del Buon Vivere”, organizzata da Comune ed Enti del territorio.
 
.12) Informazioni sui progetti di inclusione
L’Istituto organizza diverse iniziative per l’integrazione degli alunni disabili. Sono attualmente attivati i progetti:
 
ACCOGLIENZA: il progetto presta particolare attenzione alle esigenze individuali degli studenti delle classi prime.
PSICOMOTRICITA’: il progetto è pensato per studenti con disabilità motorio-prassiche. Le attività si svolgono in spazi specialmente attrezzati per le attività da svolgere con ogni alunno.
NUOVE TECNOLOGIE: la scuola si avvale di questo progetto in collaborazione con altre scuole del territorio, per poter acquisire le tecnologie più aggiornate volte a compensare i vari disturbi.
LETTURA: il progetto consiste nella lettura di testi scelti; permette l’interazione fra piccoli gruppi di studenti della classe e l’alunno in difficoltà, grazie alla collaborazione degli insegnanti della classe.
SCUOLA A DOMICILIO: la scuola risponde alle esigenze degli studenti il cui attuale stato di salute impedisce la frequenza degli ambienti scolastici. Questo progetto permette di seguire le lezioni a distanza, con l’aiuto dei docenti di sostegno e della classe, che si alternano al domicilio dello studente.
WEB CAM: l’utilizzo della Webcam e di Skype permette attraverso videochiamate di collegare lo studente direttamente con la classe, in modo da poter vivere la lezione in diretta e interagire con domande o contributi personali.
UN TUTOR PER AMICO: il progetto favorisce il miglioramento del metodo di studio ed è rivolto agli studenti che seguono la programmazione di classe per obiettivi minimi. Il tutor è di solito un ex studente dello stesso istituto, in grado di rapportarsi alla pari mettendo in gioco le sue competenze specifiche.
 
 

Categoria: POF Data di creazione: 20/11/2014
Sottocategoria: Attività Ultima modifica: 20/11/2014
Permalink: Le attività curricolari ed extracurricolari Tag: Le attività curricolari ed extracurricolari
Inserita da: Tiziana Donati Pagina vista 3330 volte
  Feed RSS Stampa la pagina ...  

Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T